Tutti gli articoli di tinanvale

Raddoppiati i bonus fiscali

Fino al 2015 bonus fiscali per le ristrutturazioni edilizie e impianti elettrici raddoppiati e nel 2015 rimarrà al 36%

Da 48.000 a 96.000 euro, questo l’ammontare complessivo delle spese detraibili per unità immobiliare previsto dalla Legge di Stabilità (n. 147 art. 139) del 27 dicembre 2013, con i seguenti maggiori importi:

– nella misura del 50% per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 fino al 31.12.2014

– nella misura del 40% per le spese sostenute dal 1º gennaio 2015 fino al 31.12.2015

Dopo il 31 dicembre 2015, il bonus non cesserà, ma potrà continuare a essere fruito nella misura prevista “a regime” del 36% ed entro un limite massimo di spese detraibili di 48.000€ per unità immobiliare.

Si ricorda il bonus opera sotto forma di detrazione dall’IRPEF (Imposta sul Reddito delle PErsone Fisiche) delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni negli edifici residenziali,

La detrazione è ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi. L’agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute nell’anno, secondo il criterio di cassa.

Si tratta di una novità di grande interesse anche per gli impianti elettrici. In base alle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate sono, infatti, agevolabili:

  • la sostituzione dell’impianto elettrico o la sua integrazione per messa a norma, sia per gli impianti delle singole unità abitative che per quelli condominiali
  • i seguenti interventi specifici:

Singole unità abitative

  • Allarme/sistemi antifurt
  • Cablatura
  • Citofoni, videocitofoni e telecamere
  • Risparmio energetico
  • Salvavita
  • Installazione apparecchi di rilevazione gas
  • Installazione di sistemi di comunicazione, robotica e tecnologici più avanzati

 Parti condominiali

  • Allarme (riparazione senza innovazioni dell’impianto o riparazione con sostituzione di alcuni elementi)
  • Salvavita (riparazione senza innovazioni o riparazione con sostituzione di alcuni elementi)

 

INTERVENTI DETRAIBILI PER SINGOLE UNITÀ ABITATIVE

–       Allarme/sistemi antifurto (finestre esterne: installazione, sostituzione dell’impianto o riparazione con innovazioni; apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati)

–       Cablatura degli edifici (opere finalizzate alla cablatura degli edifici, a condizione che interconnettano tutte le unità immobiliari residenziali)

–       Citofoni, videocitofoni e telecamere (Sostituzione o nuova installazione con le opere murarie occorrenti)

–       Risparmio energetico (opere finalizzate al risparmio energetico, realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette – detraibili, purché sia certificato il raggiungimento degli standard di legge)

–       Salvavita (sostituzione o riparazione con innovazioni)

–       Installazione apparecchi di rilevazione gas

–       Installazione di sistemi di comunicazione, robotica e tecnologici più avanzati, per favorire la mobilità interna ed esterna per i disabili

Per maggiori approfondimenti:

Legge 147 del 27 dicembre 2013 pubblicata in GURI n. n. 302 del 27.12.2013 Suppl. Ord. n. 87

Per le ristrutturazioni edilizie la norma di riferimento è l’Art. 16-bis del DPR 917/1986 TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) ha reso permanente l’agevolazione sulle ristrutturazioni edilizie, nella misura del 36%, precedentemente prorogata di anno in anno

Vedi la legge

Annunci